top of page
  • Immagine del redattoreStudio Progetti Finanziari

Bando “Connessioni: Nuovi Luoghi per l’innovazione in Sicilia”

Nell’ambito del pacchetto competitività la regione Siciliana ha emanato il bando “Connessioni – Nuovi Luoghi per l’innovazione in Sicilia”

Il bando è finalizzato a sostenere la competitività del sistema produttivo regionale, facilitando l’incontro tra domanda e offerta di innovazione, stimolando l’adozione di tecnologie avanzate da parte delle imprese.

Obiettivo è infatti quello di sostenere la realizzazione e/o il consolidamento di luoghi di innovazione (fab-lab, etc.) intesi quali poli di innovazione, ossia spazi fisici dedicati a nuovi modelli di incontro, di contaminazione e di coprogettazione tra i diversi attori di un ecosistema di innovazione (aziende, organizzazioni non profit, enti pubblici, università, centri di ricerca, etc.).

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni le Imprese e loro aggregazioni (consorzi, reti d’impresa, società consortili) costituite sotto forma di società di capitali e aver depositato gli ultimi due bilanci d’esercizio con un risultato economico non negativo.

Sono ammissibili alle agevolazioni Programmi di investimento che comportano la creazione e/o lo sviluppo di luoghi dell’innovazione le cui attività siano dirette alternativamente:

a) alla realizzazione di un nuovo insediamento (c.d. “nuova unità locale”);

b) all’ampliamento, sviluppo e miglioramento di insediamenti esistenti.

Ciascuna proposta progettuale dovrà prevedere una durata massima del periodo di realizzazione del corrispondente Programma di spesa non superiore a 24 mesi,

Sono ammissibili le seguenti spese per investimenti iniziali:


A). Adeguamento o ristrutturazione di spazi fisici nella misura massima del 30% nonché costi per la progettazione e direzione dei lavori entro il limite massimo del 6%;

B). Qualificazione tecnologica di spazi fisici e di infrastrutture di utilizzo quali arredi, macchinari, strumenti, attrezzature, hardware, software, realizzazione e/o implementazione del sito, implementazione di piattaforme di community building virtuali.

C). Spese di funzionamento quali costi per il piano di animazione imprenditoriale (limitatamente al primo anno di attività), materiali e servizi concernenti la comunicazione, la pubblicità e le attività promozionali, nella misura massima del 10%, nonché servizi di consulenze specialistiche nel limite massimo del 5%;

D). Spese generali di carattere forfettario nella percentuale massima del 7%.

Ciascun programma di spesa deve prevedere un costo totale ammissibile non inferiore a € 300.000,00 e non superiore ad € 1.000.000,00


Le eventuali spese eccedenti resteranno a carico del soggetto proponente;

E’ prevista la concessione di un contributo in conto capitale (c.d. fondo perduto) per gli investimenti iniziali di cui alle lettere A) e B) nella misura massima del 65%, e del 50% per le spese di funzionamento di cui alle lettere C) e D).

Ai fini della valutazione delle proposte progettuali è prevista una graduatoria di merito con un punteggio minimo di 40/100.

Le domande di accesso alle agevolazioni dovranno essere inviate a partire dalle ore 12:00 del 6 settembre e sino alle ore 12:00 del 24 ottobre.

52 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page