Articoli

Bando per lo sviluppo di videogiochi

Le domande potranno essere presentate a partire dal 30 giugno 2021.

Il MISE ha pubblicato il decreto direttoriale , con il quale sono stabiliti i termini e le modalità di presentazione delle domande di accesso al Fondo per l’intrattenimento digitale.

Il bando, con procedura a sportello, è finalizzato a sostenere le fasi di concezione e pre-produzione dei videogiochi, necessarie alla realizzazione di prototipi, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, riconosciuti nella misura del 50% delle spese ammissibili, e per un importo da 10.000 euro a 200.000 euro per singolo prototipo.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese, costituite sotto forma individuale che societaria (persone e/o capitale) che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione svolgono, in via prevalente, l’attività economica di “Edizione di software” o “Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse”; hanno sede legale nello Spazio Economico Europeo; un capitale sociale minimo interamente versato e/o un patrimonio netto non inferiori a diecimila euro.

Una stessa impresa può richiedere il beneficio anche per due diversi progetti.

Sono ammissibili alle agevolazioni i progetti che prevedono, attraverso lo sviluppo delle fasi di concezione e pre-produzione del videogioco, la realizzazione di un prototipo destinato alla distribuzione commerciale.

Le spese ammissibili riguardano: a) prestazioni lavorative svolte dal personale dell’impresa; b) prestazioni professionali commissionate a liberi professionisti o ad altre imprese; c) attrezzature tecniche e licenze nella misura e per il periodo in cui sono utilizzate per la realizzazione del prototipo.

 

Per info chiama allo 0932/764384 o invia una email a info@studioprogettifinanziari.it