• Studio Progetti Finanziari

Pubblicato il Decreto del PNRR per la concessione degli incentivi al Turismo


Al via l’intervento 4.2 del PNRR per il settore turistico. Le domande potranno essere presentate a seguito della sottoscrizione della convenzione ABI-CDP.






¨ Soggetti beneficiari:

Imprese alberghiere e agrituristiche, strutture ricettive all'aria aperta, nonché le imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici,i parchi acquaticie faunistici.


¨ Interventi ammissibili:

La soglia di investimento ammissibile minima è di euro 500.000,00 e massima di 10 mln.

a) interventi di riqualificazione energetica ivi compresa la sostituzione integrale o parziale dei sistemi di condizionamento in efficienza energetica dell'aria;

b) interventi di riqualificazione antisismica;

c) interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;

d) interventi edilizi funzionali alla realizzazione degli interventi di cui alle lettere a) e b);

e) interventi di realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature;

f) interventi per la digitalizzazione;

g) interventi di acquisto/rinnovo di arredi;

h) interventi riguardanti i centri termali, i porti turistici, i parchi tematici, inclusi i parchi acquaticie faunistici.


¨ Spese ammissibili:

a) servizi di progettazione, nella misura massima del 2%;

b) suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 5%;

c) fabbricati, opere murarie e assimilate, nella misura massimadel 50%;

d) macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;

e) spese per la digitalizzazione nella misura massima del 5%;


¨ Incentivi concedibili:

Gli incentivi concedibili sono articolati nella forma del contributo a fondo perduto e del finanziamento agevolato, che dovrà necessariamente essere associato ad un finanziamento bancario, a copertura del 100% dell’investimento.

Il contributo a fondo perdutovaria in relazione alle dimensioni aziendali.

Il finanziamento agevolato prevede un tasso pari allo 0,50% annuo da ammortizzare in 15 anni a rate semestrali, comprensivo di un preammortamento di 36 mesi.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti