• Studio Progetti Finanziari

Bando Fotovoltaico Agricoltura


Entro il prossimo 31 marzo sarà pubblicato il bando che destina 1,5 miliardi di euro alla misura “Parco agrisolare” (Missione 2 del PNRR)

Si tratta di una misura di grande interesse ed attualità visti gli sviluppi economici e politici che stanno condizionando il settore dell’energia.

La misura del PNRR riguarda le imprese agricole singole o associate con la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale, i Coltivatori Diretti iscritti alla previdenza agricola, le imprese agroindustriali.

La misura interesserà gli interventi sugli immobili strumentali agricoli, compresi quelli per uso zootecnico e agroindustriali attualmente iscritti al catasto fabbricati (è escluso l’utilizzo del suolo)

Gli interventi ammessi dovranno riguardare l’installazione di pannelli fotovoltaici, con la possibilità di eseguire contestualmente anche uno o più dei seguenti interventi:

  • rimozione e smaltimento dell’amianto sui tetti;

  • realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;

  • realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria).

La potenza massima degli impianti ammessa all’incentivo è pari a 300 kWp, che sarà riconosciuto in conto capitale (fondo perduto) nella misura del 65% della spesa ammessa, con possibilità di una ulteriore maggiorazione del 25% per le imprese giovanili.

La presentazione della domande è a sportello; tuttavia sono previsti alcuni criteri di priorità delle domande.

In particolare, saranno considerati prioritari gli interventi già autorizzati; gli impianti destinati all’autoconsumo per i fabbisogni aziendali; quelli che prevedono la rimozione dell’amianto, l’isolamento termico o l’aerazione del tetto.

In caso di ex aequo, l’ordine di priorità potrà essere definito dando priorità ai giovani agricoltori, all’imprenditoria femminile, alla presenza di sistemi di accumulo e gestione dell’energia prodotta, dal maggior importo del progetto e dalla data di presentazione della domanda.


2 visualizzazioni0 commenti