Bando aree di crisi industriale non complessa Agevolazione dal 45% al 100% Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 3 maggio 2019 alle ore 12 del 2 luglio 2019.

La misura promuove la realizzazione di iniziative imprenditoriali nel territorio dei Comuni classificati come Sistemi Locali Lavoro (SLL) di seguito riportati, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 3 maggio 2019 alle ore 12 del 2 luglio 2019.

Comuni SLL

Agrigento, Alcamo, Bivona, Brolo, Cammarata, Campobello di Licata, Capo d’Orlando, Catania, Enna, Giarre, Grammichele, Ispica, Lentini, Leonforte, Lercara Friddi, Messina, Milazzo, Mistretta, Mussomeli, Naro, Noto ,Palermo, Partinico, Paternò, Patti, Petralia Sottana, Ragusa, Salemi, Sant’Agata di Militello, Santo Stefano di Camastra, Scordia, Siracusa, Trapani.

  • Comuni SLL Ispica

Ispica

Pozzallo

  • Comuni SLL Noto

Buccheri

Buscemi

Noto

Palazzolo Acreide

Rosolini

  • Comuni SLL Ragusa

Giarratana

Modica

Monterosso Almo

Ragusa

Santa Croce Camerina

Scicli

  • Comuni SLL Siracusa

Avola

Canicattini Bagni

Floridia

Siracusa

Solarino

  • Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese già costituite in forma di società di capitali, comprese le società consortili e le società cooperative.

  • Iniziative ammissibili

Le iniziative imprenditoriali devono prevedere la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione, finalizzati ad incrementare il numero degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

  • Attività ammissibili

Sono ammesse le iniziative imprenditoriali inerenti alle attività individuate come ammissibili dalla normativa  di seguito individuate.

  • Spese ammissibili
  1. Consulenze (max 5% investimento)
  2. Suolo aziendale e sue sistemazioni (max 10% investimento)
  3. Opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;
  4. Macchinari, impianti ed attrezzature varie;
  5. Programmi informatici
  6. Immobilizzazioni immateriali

Le spese relative alle opere murarie (acquisto, costruzione, ristrutturazione) sono ammissibili nel limite massimo del 40% investimento per le attività indicate e del 70% per le attività turistiche.

  • Soglie di investimento

Le iniziative imprenditoriali debbono prevedere programmi di investimento con spese ammissibili di importo non inferiore a euro 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila).

 Intensità di aiuto

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto capitale e del finanziamento agevolato, alle condizioni ed entro i limiti previsti dalla normativa comunitaria (45%).

In particolare, il finanziamento agevolato (anni 10+3) concedibile è pari al 50% degli investimenti ammissibili, fermo restando che la somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto capitale, non può essere superiore al 75% degli investimenti ammissibili.

Per programmi di tutela ambientale l’agevolazione può arrivare al 100% della spesa.

  • Iter verifica

Le domande presentate sono soggette alla verifica della sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni sulla base di specifici criteri di merito (scoring) e sono esaminate sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello.