INTERNAZIONALIZZAZIONE

Finanziamenti agevolati per programmi di inserimento sui mercati esteri

Il finanziamento riguarda programmi con caratteristiche di investimento rivolti a Paesi extra UE
finalizzati al lancio ed alla diffusione di nuovi prodotti e/o servizi, ovvero all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’apertura di strutture (uffici, show-room, magazzini, ecc.) volte ad assicurare in prospettiva la presenza stabile nei mercati di riferimento.
Le spese ammissibili al finanziamento riguardano:
– spese di funzionamento;
– spese per attività promozionali;
– spese per interventi vari (max 30% investimento);
– per l’acquisto di immobili (max 50% del valore dell’immobile);
– spese per consulenze specialistiche (max 10% investimento).
Il finanziamento può coprire fino ad un massimo dell’85% dell’importo delle spese ammissibili il cui rimborso avviene in un periodo di 4 anni a partire dal termine del periodo di preammortamento mediante rate semestrali posticipate al tasso d’interesse pari al 15% del tasso UE.

Finanziamenti agevolati per studi di prefattibilità e fattibilità

Il finanziamento riguarda studi di prefattibilità e fattibilità nonché programmi di assistenza tecnica collegati ad investimenti in Paesi extra UE. L’eventuale assistenza tecnica deve riguardare un investimento avviato da non più di sei mesi antecedenti la data della domanda.
Le spese considerate ammissibili sono finalizzate alle attività direttamente collegate allo studio o all’assistenza tecnica, da svolgere nel periodo di realizzazione dello studio (6 mesi) o dell’assistenza tecnica (12 mesi), e riguardano le spese per il personale interno ed esterno comprese le spese di viaggio e di soggiorno.
Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese ammissibili e non può essere superiore a:
a) euro 100.000,00 per studi collegati ad investimenti commerciali;
b) euro 200.000,00 per studi collegati ad investimenti produttivi;
c) euro 300.000,00 per assistenza tecnica.
Il rimborso del finanziamento avviene in un periodo di 2 anni a partire dal termine del periodo di preammortamento (12 mesi per studi e 18 mesi per assistenza tecnica) mediante rate semestrali posticipate al tasso d’interesse pari al 15% del tasso UE.

Prima Partecipazione a fiere e mostre

Il finanziamento è destinato alla realizzazione di iniziative promozionali per la prima partecipazione a fiere/mostre in Paesi extra UE.
Le spese ammissibili riguardano:
– spese di funzionamento (affitto e allestimento dello spazio espositivo, gestione, trasporto e assicurazione all’interno della fiera/mostra, compensi al personale esterno);
– spese per attività promozionali (consulenze, realizzazione di materiale pubblicitario e promozionale, partecipazione a business meeting, convegni, work-shop e similari riconducibili alla fiera/mostra);
– spese per interventi vari (nella misura forfettaria del 20% della somma delle spese previste per il funzionamento e le attività promozionali).
Le suddette spese dovranno essere sostenute nel periodo di realizzazione del programma (18 mesi).
L’importo del finanziamento non può essere superiore ad euro 100.000,00 per ciascuna PMI e può coprire fino ad un massimo dell’85% dell’importo ammissibile.
Il rimborso del finanziamento avviene in un periodo di 2 anni a partire dal termine del periodo di preammortamento e di utilizzo (24 mesi) mediante rate semestrali posticipate al tasso d’interesse pari al 15% del tasso di riferimento UE.