INDUSTRIA

Consolidamento passità a breve

Sono agevolabili le passività di scoperto di conto corrente, anticipazioni scadute su crediti, titoli o merci, anticipi su ricedute bancarie e sconti di pagherò diretti per la parte scaduta ed insoluta, finanziamenti a breve termine non completamente scaduti, rate di finanziamento a medio e lungo termine e canoni di leasing scaduti e non pagati alla data di presentazione della richiesta.
L’importo massimo del finanziamento agevolabile non può superare il 90% dell’esposizione in essere al momento della presentazione della domanda.
Il restante 10% non può essere agevolato in quanto considerato a titolo di concorso da parte del beneficiario.

Il finanziamento è attivato da istituti di credito e destinato al consolidamento di passività a breve termine.
La durata è compresa tra 18 mesi e 5 anni dalla data di stipula del contratto di finanziamento.
Il tasso di interesse applicabile è liberamente determinato tra l’istituto di credito ed il soggetto beneficiario e può essere fisso o variabile per la durata del finanziamento.
In ogni caso il tasso, comprensivo di ogni onere accessorio, nel rispetto della libera valutazione del merito creditizio e dei principi di governance che regolano l’attività di concessione del credito, deve essere coerente con i valori di mercato per operazioni analoghe.

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di un contributo sugli interessi pari al 60% del tasso di riferimento UE vigente al momento del perfezionamento contrattuale dell’operazione, maggiorato di due punti.

N.B. Al momento l’agevolazione è sospesa. L’intervento potrà essere erogato a tasso di mercato in funzione del rating dell’impresa.

Finanziamenti Investimenti

Finanziamento a tasso fisso destinato a PMI iscritte all’Inps al settore industria, finalizzato alla realizzazione di progetti di investimento quali nuovi impianti, ampliamenti, ammodernamenti e riconversioni entro il limite massimo del 75% della spesa ammissibile a finanziamento.

Le spese ammissibili sono le progettazione e studi di fattibilità; acquisto del terreno e sistemazione, opere murarie e infrastrutture, impianti, macchinari ed attrezzature, mezzi mobili. Le relative opere devono essere iniziate in data non antecedente a 2 anni prima della presentazione della domanda di finanziamento..

La durata massima è di 15 anni per i nuovi impianti e di 10 anni per le altre tipologie, ivi compreso un periodo di utilizzo e preammortamento massimo di 3 anni.

Il finanziamento viene erogato direttamente a tasso agevolato, pari al al 40% del tasso di riferimento UE vigente al momento del perfezionamento contrattuale dell’operazione.

N.B. Al momento l’agevolazione è sospesa. L’intervento potrà essere erogato a tasso di mercato in ragione del rating dell’impresa.