sociale

Finanziamenti a favore delle Imprese Sociali: le domande a partire dal 7 novembre p.v.

Finanziamenti a favore delle imprese sociali: assegnati i fondi

Il C.I.P.E. ha stanziato 200 milioni di euro per la concessione di finanziamenti agevolati a sostegno della costituzione e dello sviluppo di imprese sociali e cooperative sociali, anche O.N.L.U.S..

I soggetti beneficiari delle agevolazioni sono le seguenti tipologie di imprese:

Sono ammissibili i programmi di investimento finalizzati alla creazione o allo sviluppo delle imprese che presentino spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 200.000,00 e non superiori a euro 10.000.000,00.

L’intervento prevede la concessione un finanziamento al tasso fisso max dello 0,50%  destinato alla realizzazione di programmi di investimento delle suddette imprese operanti in qualunque settore, purché coerenti con le relative finalità istituzionali.

Il finanziamento agevolato prevede le seguenti caratteristiche:

  • il tasso applicato è dello 0,50% annuo
  • la durata del finanziamento non può essere superiore a 15 anni, comprensiva di un periodo di preammortamento non superiore a 4 anni
  • il rimborso del finanziamento avviene in rate semestrali

Sono ammissibili le spese rientranti nelle seguenti categorie:

  • a) suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • b) fabbricati, opere edili/murarie, comprese le ristrutturazioni;
  • c) macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • d) programmi informatici;
  • e) brevetti, licenze e marchi;
  • f) formazione specialistica dei soci e dei dipendenti dell’impresa beneficiaria, funzionali alla realizzazione del progetto;
  • g) consulenze specialistiche, quali studi di fattibilità economico-finanziaria, progettazione e direzione lavori, studi di valutazione di impatto ambientale;
  • h) oneri per le concessioni edilizie e collaudi di legge;
  • i) spese per l’ottenimento di certificazioni ambientali o di qualità;
  • l) spese generali inerenti allo svolgimento dell’attività d’impresa.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, secondo l’ordine

cronologico di presentazione delle domande e sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

L’apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definite con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese.